Novità a Milano: tra poche settimane si inizierà ad applicare la nuova segnaletica stradale che prevede anche limiti diversi di velocità.

Le nuove regole sono applicazione delle norme sulla viabilità contenute nella Risoluzione adottata dal Parlamento Europeo e denominata “Risoluzione sulla sicurezza stradale europea per il 2011-2020″, si tratta quindi di un piano da attuare entro il 2020. La stessa prevede che le autorità competenti introducano per le zone residenziali il limite massimo di velocità di 30 Km orari, stesse regole anche per le zone urbane ad una sola corsia e senza pista ciclabile separata. In questo modo si intende tutelare tutti gli utenti della strada e in particolar modo pedoni e ciclisti, laddove non abbiano uno spazio inibito alla circolazione di veicoli a motore.
Milano quindi procede ad adeguarsi, iniziativa simile è già stata adottata a Parigi proprio per dare seguito alla Risoluzione citata.
Quali saranno le zone interessate da questi nuovi limiti?

E’ già stata denominata la zona 30 e comprende le vie all’interno della Cerchia dei Navigli.
Per quanto riguarda le altre modifiche importanti è da segnalare che ci sarà inversione del senso di marcia tra via Circo e Sant’Orsola. Invertito il senso di marcia anche per via San Pio V, via Santa Valeria, via Necchi, via Nirone e infine via Vigna. Si ritiene che questa modifica, che entrerà in vigore già il giorno 2 febbraio del 2015, possa decongestionare il traffico delle zone centrali di Milano.
Le modifiche al limite di velocità, che si ricorda non dovrà superare i 30 Km orari, entreranno invece in vigore dal mese di marzo, mentre già nelle prossime settimane gli addetti saranno impegnati ad inserire la nuova segnaletica stradale. Il piano di lavoro prevede che si inizi da via Meravigli e Corso Magenta a nord, via Orefici e via Cordusio ad est, via Torino e via Cesare Correnti a sud, via de Amicis e via Carducci a ovest. Dopo aver delimitato il perimetro, si passerà alla segnaletica della zona posta all’interno dei Navigli.
Le nuove norme e i nuovi limiti dovrebbero entrare in vigore entro aprile 2015, anche se è bene dire che una volta installati i nuovi cartelli con i limiti di velocità revisionati, se non opportunamente coperti, gli stessi saranno immediatamente attivi e quindi ci sarà un graduale ingresso per zone nelle nuove regole e si dovrà stare attenti a non incappare in odiose multe.
La nuova normativa andrà sicuramente ad influenzare il traffico e la viabilità diretta agli eventi di Expò 2015.
Non solo queste le novità, perché si procederà anche all’installazione di Autovelox fissi e telecamere, che però non dovrebbero essere applicati nella zona 30, a dimostrazione che le nuove regole non sono realizzate all’unico scopo di aumentare le entrate. Ciò nel comune più multato d’Italia, infatti, dalle statistiche emerge che a Milano si eleva una multa ogni 10 secondi, un vero record che probabilmente subirà anche un incremento dovuto ai nuovi limiti.
Le stesse novità dovrebbero presto essere applicate anche nelle altre città italiane che ricadono nei requisiti previsti dalla Risoluzione dell’Unione Europea.

zona-30-km-h-520x325