La piccola di casa Volkswagen si rinnova. La Polo, presente nei listini di tutto il mondo dal 1975 e prodotta in oltre 14 milioni di esemplari, effettua un nuovo restyling e diventa sempre più simile alla sorella maggiore, l’altrettanto storica Golf. La linea e gli interni saranno rinnovati, mentre i motori cambieranno e verranno installati nuovi sistemi elettronici.

Nel 2013, la Polo è al decimo posto nella classifica italiana come numero di vendite, mentre è al settimo per quanto riguarda le diesel. Per risalire la graduatoria, la casa tedesca ha puntato su tecnologie più avanzate. Partiamo innanzitutto dai motori. I nuovi Euro 6 costituiscono un sostanziale passo avanti rispetto ai precedenti, con un consumo di carburante che, secondo i dati della Casa automobilistica, è diminuito del 21%, oltre ad un netto aumento di efficienza. Ad esempio, la Polo TDI Bluemotion consumerà soltanto 3,2 litri ogni 100 chilometri e sarà una delle vetture che consumeranno di meno nell’intero listino.

Tre saranno i motori a benzina: il 1.0 MPI a tre cilindri da 60 o 75 CV, il 1.2 TSI da 90 o 110 CV il futuro 1.4 TSI a quattro cilindri e dalla potenza di 150 cavalli. Arriverà anche una sportiva Polo GTI da ben 192 CV. Per quanto riguarda la gamma diesel, i propulsori sono stati totalmente rinnovati. Sarà in produzione fin da subito un 1.4 TDI da 75 o 90 cavalli a tre cilindri, mentre successivamente sarà aggiunto un 1.4 TDI potenziato a 105 CV. Ad autunno, debutterà anche la nuova Volkswagen Polo BlueMotion con un motore a benzina che consumerà solo 4,1 litri ogni 100 chilometri, con 94 grammi per chilometri di CO2. Anche le emissioni di anidride carbonica, quindi, saranno piuttosto basse.

Per quanto concerne al design esterno, vi saranno nuovi fari con tecnologia H7 e, in futuro, anche dei full led. Il frontale sarà più sportivo e aggressivo, il fascione più largo. Tre le linee di allestimento: Trendline, Comfortline e Highline. Il servosterzo sarà totalmente elettrico e favorirà la velocità di percorrenza, mentre numerosi saranno i sistemi elettronici di assistenza posti sulla nuova Polo, già presenti anche sulla Golf. Il sistema ACC servirà a regolare automaticamente la distanza, vi sarà una regolazione anti slittamento, la frenata anti collisione sarà multipla, il differenziale elettronico potrà essere bloccato in maniera automatica. Molto interessanti anche il sistema di riconoscimento della stanchezza del conducente, il sistema di controllo Front Assist che regolerà la frenata d’emergenza e il Park Pilot, che supporterà il guidatore nel fatidico momento del parcheggio.

Il sistema Mirror Link permetterà anche l’utilizzo di specifiche applicazioni per smartphone all’interno dell’automobile. Ci saranno anche innovativi sistemi radio e radio-navigazione che intratterranno al meglio il conducente e i passeggeri. Il responsabile dello sviluppo tecnico Volkswagen Heinz-Jacob Neussler parla di una vera e propria “democratizzazione della tecnologia, che sarà diffusa anche tra il popolo”.

volkswagen-polo-2014[1]