Le case automobilistiche sono sempre più attente ai consumi e alle emissioni, ma solitamente le dichiarazioni di consumi ben sotto la media suonano molto come specchietti per le allodole: le prove infatti vengono d’abitudine fatte su circuiti chiusi, se non addirittura su rulli, e la guida è attenta e parsimoniosa. Dunque stupisce quando un’auto su strada, nel traffico, consuma addirittura meno di quanto dichiarato dalla casa produttrice, e ancora di più se è un SUV a percorrere più di trenta chilometri con un litro.
L’auto in questione è il crossover di medie dimensioni S-Cross 1.6 DDiS 2WD della Suzuki (nella motorizzazione a diesel, con cilindrata 1.6 e trazione anteriore).
La prova è stata eseguita dal team della Dekra, specializzata in perizie, collaudi tecnici e omologazioni di veicoli (e componenti), nei dintorni di Torino; sono stati percorsi 160 chilometri nel traffico urbano e statale, sulle strade di collina, con salite e discese, e la Suzuki S-Cross si è dimostrata all’altezza di una vera economy run. Venti equipaggi hanno percorso il tracciato (di tipo misto) non limitandosi, ma guidando normalmente in una comune giornata lavorativa con cambi di passo, piccole soste, sorpassi, tipiche variabili di una normale guida. Il traffico ha influito, poiché il percorso è stato completato in tre ore di tempo.
Non tutti e venti gli equipaggi sono riusciti ad avere consumi ridotti da record, ma nessuno è mai sceso sotto i 22,7 chilometri per litro dichiarati dalla casa produttrice, che comunque per un SUV è già una base ottimale. Otto degli equipaggi sono stati in grado di percorrere più di trenta chilometri con un litro: il consumo massimo è stato 4,25 litri per 100 chilometri e il minimo di 2,97 litri per 100 chilometri. Che un SUV percorra 33,7 chilometri con un solo litro è davvero notevole.
Ma molto ha influito la progettazione attenta e scrupolosa della casa giapponese che abituata a soppesare bene i diversi componenti, alleggerendoli dove possibile, con le moto, anche con questo crossover ha fatto un ottimo lavoro, bilanciando il peso. La massa di 1.315 chili è contenuta, se si considera che l’oggetto della questione è un SUV lungo più di quattro metri (4,30 per la precisione), largo 1,77 e alto 1,58. Inoltre, anche il fatto che la versione provata sia quella con la trazione anteriore attesta il lavoro attento della Suzuki in tutte le fasi di produzione: la forza motrice sulle ruote davanti non è ostacolata dalla massa del veicolo. Confrontando infatti i consumi dello stesso modello con trazione integrale, questi aumentano (si percorre un chilometro in meno), con l’unica eccezione della versione Start&Stop che dichiara uguali consumi (ma perché è questa funzionalità che rende più economico il motore: la versione con trazione anteriore e Start&Stop infatti consuma 4,2 litri ogni 100 chilometri, cioè un chilometro in più).
I consumi ridotti sono sicuramente un incentivo nella scelta della Suzuki S-Cross, comoda e maneggevole, che monta un motore di origine FIAT da 120 cavalli, le cui prestazioni nel traffico urbano e su lunghi percorsi sono all’altezza delle aspettative, e che risulta pure ecologica, poiché le emissioni di biossido di carbonio (inferiori rispetto al benzina) sono di 115 grammi per chilometro. Poi nel mese di febbraio diverse sono le promozioni offerte dalla Suzuki per il SUV, anche se di listino si attesta attorno ai 25.000 euro.

http://www.conceptcarz.com/view/photo/928031,21909/2013-Suzuki-S-Cross-Concept_Photo.aspx