Il Salone di Ginevra, in Svizzera, aprirà i battenti il 4 marzo e si concluderà il 16, dopo la presentazione di numerose automobili che presto saranno in produzione e tanti altri prototipi che attualmente possono essere solo considerati come progetti per il futuro. Anche il marchio ceco della Skoda sarà presente con un suo stand e proporrà alcune novità interessanti, tra le quali un nuovo modello di station wagon dalle forme innovative e da sistemi totalmente nuovi.

La Casa del gruppo Volkswagen presenta la nuova Skoda Octavia Scout, la versione un po’ più altra della Octavia Wagon che promette di sapersela cavare in maniera egregia anche su terreni un po’ più accidentati, anche se non si tratta di una vera e propria fuoristrada, e neanche di una Sport Utility Vehicle. Resta tutto sommato una normale familiare adatta per la strada e che fa della comodità e della capienza del suo abitacolo come i suoi punti di forza. Ma, allo stesso tempo, il nuovo modello non disdegna percorsi più tortuosi e garantisce tranquillità e tenuta di strada anche sullo sterrato.

Leggeri cambiamenti anche per il disegno del nuovo modello Skoda. Vi è una modifica sostanziale dei paraurti, con nuove protezioni inferiori color argento, mentre nel frontale sono presenti nuovi vani fendinebbia, oltre ad un ingrandimento delle prese d’aria. Nei parafanghi e sulla fiancata appare un nuovo profilo in plastica, assente nella versione familiare.

La Scout va bene dappertutto grazie ad un innovativo sistema di trazione integrale, con un sistema Haldex di quinta generazione che attualmente è già presente sulla versione turbodiesel dell’Octavia Wagon. Oltre a questo, bisogna aggiungere nuovi paraurti specifici, i cerchi in lega da 17 pollici ed innovative protezioni rifinite in plastica grezza per i passaruota. Il suo assetto da vettura eclettica, capace di adattarsi ad ogni condizione di meteo e di strada, è sottolineato anche attraverso le sue misure. La scocca è stata alzata di 33 millimetri rispetto alla versione familiare attualmente in vendita e questo pone in evidenza la nuova natura da ‘off road’ della vettura della Repubblica Ceca. Tutto ciò grazie anche all’adozione di un volante rivoluzionario e attualmente non presente in circolazione, dotato di un sistema multifunzionale a tre razze e di finiture dedicate e pienamente adeguate.

Restano misteriosi numerosi dettagli riguardanti i motori della Octavia Scout. La Skoda ha deciso ancora di non fornire alcun dato tecnico sulle prestazioni dei nuovi propulsori del modello ceco, anche se trapelano le prime indiscrezioni. Si parla di due motori simili a quelli della versione station wagon, un 1.6 e 2.0 a gasolio, che dovrebbero garantire una motricità maggiore rispetto all’altro modello del 25%. Inoltre, si parla di consumi inferiori rispetto al passato all’incirca del 20%. Per un marchio che vuole diventare sempre più grande ricercando modelli ben differenti rispetto al passato.

skoda-octavia-scout