Odore di promozioni in casa Citroen: fino al 28 febbraio infatti è possibile acquistare presso le concessionaria aderenti all’iniziativa al prezzo di 12.990 euro la Citroen C3 Picasso, nell’allestimento Seduction con tre motorizzazioni. Il risparmio tenendo conto dei prezzi di listino supera i 7.000 euro se la scelta ricade sul motore a diesel e 6.500 per il GPL, solo di 4.500 euro invece il risparmio sul benzina.
A essere degno di nota, fin da subito, il fatto che l’offerta non sia vincolata alla rottamazione di un’altra auto, ma sia disponibile per qualunque privato intenzionato a comprare.
La C3 Picasso, una via di mezzo molto ben riuscita tra monovolume e crossover, vince la sfida con le concorrenti del settore per prestazioni di guida, comfort e consumi contenuti. Ma a convincere è pure il design fresco e giovane che attribuisce all’auto una grinta maggiore. Per la versione uscita a ottobre del 2012, infatti, è stata sviluppata una nuova linea che interessa in particolare la calandra e la coda: il logo è cambiato e si è integrato nel parte frontale del cofano, mentre gli indicatori di direzione sono incorporati con i fanali, andando a finire poco sopra il parafango, anch’esso leggermente modificato; nella parte posteriore invece il portellone quasi verticale (come i fari posteriori) permette una maggiore capacità di carico. Il bagagliaio, invece, capace di contenere normalmente 385 litri, grazie anche allo schienale frazionato e completamente ribaltabile (il vano posteriore diventa un unico piano) permette di caricare fino a 1.506 litri.
Ma a far guadagnare punti sono anche la luminosità e l’abitabilità: le vetrate sono molto ampie (se poi si aggiunge anche il tetto panoramico, come optional, si raggiungono più di quattro metri di superficie “libera”); e il divano posteriore è pensato per fare stare comode tre persone. Ad aumentare il comfort a bordo ci sono il climatizzatore, la radio CD con lettore Mp3 (e quattro altoparlanti), la connessione Bluetooth, la presa Usb e il volante regolabile in altezza e profondità.
Ciò che non è cambiato è il telaio di base, comune ad altre auto della casa francese, che fa segnare un peso poco contenuto della vettura, che incide sui bassi regimi. Per il resto, tanto in città, quanto sulle curve, le prestazioni sono buone, grazie anche ad alcuni dispositivi presenti nell’allestimento offerto in promozione: controllo elettronico della stabilità e gestione della trazione, Cruise Control e servosterzo con assistenza variabile. Anche le dotazioni in fatto di sicurezza sono buone (avendo ottenuto quattro stelle ai crash test dell’Euro NCAP): airbag laterali e a tendina, ABS con aiuto in caso di frenata d’emergenza e fendinebbia Cornering Light.
Le motorizzazioni da scegliere, come si diceva, sono tre: benzina, GPL e diesel. Il benzina 1.4 VTi 95 Seduction, con la potenza di 95 cavalli, ha un consumo sul combinato di 15,9 km per litro, mentre le emissioni di biossido di carbonio sono pari a 140 g/km; consumi e emissioni notevolmente più ridotti con il motore diesel 1.6 HDi 90 Seduction, che consuma un litro di carburante ogni 25 km, emettendo solo 105g/km; apparentemente più dispendiosa la versione a GPL (ma bisogna pur sempre tenere in conto il prezzo ridotto del carburante): 11,8 km per litro e 134g/km di biossido di carbonio emesso nell’atmosfera.

citroenpiccasso