Caricamento video in corso…


La nuova Nissan Qashqai ha effettuato i primi test su strada proprio in questi giorni e non mancano piacevoli sorprese per quanto riguarda equipaggiamento e prestazioni. Si presenta al pubblico con 3 allestimenti: Visia, Acenta e Tekna . In aggiunta c’è anche la versione a benzina con una sorprendente cilindrata per questa vettura, il 1.2 che riesce a mantenere un prezzo interessante (19.990 euro, soltanto 500 euro in meno rispetto al modello pari requisiti).
Il 2 febbraio prossimo sarà il giorno in cui la potremo trovare nelle concessionarie per godere delle sua tecnologia innovativa che la classifica come un incrocio tra una berlina e una cross over.
Per ciò che concerne le dimensioni non ci sono state grandi modifiche, se non fosse per i 5 centimetri in più di lunghezza, mentre risulta leggermente più bassa rispetto alla versione che l’ha preceduta.
Lo stile che la contraddistingue prende ispirazione dalle Suv della Hunday, della Ford e della Honda e l’ha resa scattante e glamour allo stesso tempo. La tecnologia di questa Nissan Qashqai è davvero all’altezza delle aspettative: la poca visibilità posteriore è rimpiazzata magistralmente con i sensori di parcheggio che restituiscono nel video del guidatore un’immagine dell’auto dall’alto. La massima sicurezza quindi nei movimenti ravvicinati, come nel caso di spazi ristretti.
Gli ausili tecnologici per l’ assistenza alla guida prevedono, oltre alle telecamere perimetrali, anche la lettura in automatico dei segnali stradali utili per sopperire ad eventuali distrazioni. Utilissimo il sensore installato per avvertire nel caso venga riscontrata stanchezza nel conducente, o un’improvviso cambio di corsia fino ad arrivare all’assistenza sull’angolo cieco e la frenata automatica di sicurezza.
Nelle versioni più evolute è possibile anche collegare lo smartphone grazie al sistema infotainment abbinato alla dotazione di una radio digitale e dello schermo a sette pollici. Insomma un concentrato di caratteristiche a favore della sicurezza di chi è a bordo che risulta molto allettante. Per quanto riguarda gli interni sono meno spartani rispetto ai precedenti, e anzi, danno la sensazione di una consolle, che situata al centro, rende facile azionare i comandi. I materiali usati sono di pregio, favoriscono un tocco morbido e tutta la plancia trasmette un senso di compattezza e solidità.
La guida risulta essere molto confortevole e lo sterzo rispetto al vecchio modello è stato leggermente ribassato, influenzando in modo non agevole la guida del conducente e rendendola meno sportiva rispetto agli intenti dei costruttori. Non è pertanto una versione tipicamente sportiva ma si dimostra più scattante con il baricentro abbassato e con i suoi 40 chili in meno rispetto al vecchio modello.
La guida risulta più briosa per la possibilità di regolare il servosterzo su 2 livelli. In caso di traiettorie errate interviene l’Esp che che svolge la stessa funzione di un differenziale che si blocca da solo.
Se parliamo di prestazioni la Qashqai possiede un motore potente, 1.5 dCI da 110 cv e grazie al turbodiesel risulta essere la migliore combinazione tra comfort, prestazioni, maneggevolezza e consumi. Anche la versione a benzina con il 1.2 turbo DIG-T da 115 cv. riserva non poche soddisfazioni per chi non percorre lunghi tragitti e sorprende positivamente che la bassa, nonché inconsueta cilindrata per questo segmento di autovettura, non penalizza le prestazioni. Si prevede che in Italia il modello più richiesto sarà la Nissan Qasqhai 1.5 dCi Acenta che costa 24.100 euro.

NISSAN QASHQAI 2014