Caricamento video in corso…


Emissioni pari allo zero, accelerazione da 0 a 100 km in 12 secondi, velocità massima 125km/h,Smart Fortwo elettric drive, con una ricarica completa della batteria in ioni di litio da 17,6 km/h, percorre 140 km/h.
La citycar eco-compatibile vanta un motore da 55Kw, progettato in collaborazione con Bosch.
La batteria è proposta in locazione mensile (senza tener conto del chilometraggio percorso) con una durata garantita 10 anni; questo al fine di esporre un prezzo d’acquisto più attraente.
Il concetto di “motore elettrico” fu pensato già nel 1999 dalla casa madre, che però preferì concentrarsi su motori a combustione.
Uscita dalla sua fase sperimentale, apertasi al grande pubblico, non vi è più alcun motivo per non acquistare una Smart Fortwo elettric drive: questo quarto tentativo di collocare un motore alimentato da energia elettrica è ottimamente riuscito, a tal punto da meritare il riconoscimento di motore elettrico più potente e a prezzi concorrenziali. E’ l’ideale per una vettura di piccole dimensioni come la Smart.
Silenziosa come solo un’auto elettrica può essere, priva del cambio manuale, evita al conducente sgradevoli strappi durante ogni scambio di trasmissione.
La fluidità di guida nel traffico cittadino è totale.
La sistemazione delle batterie, sotto il pavimento del bagagliaio, offre alla vettura una maggiore stabilità sia su asfalto sia su strade lastricate di pietre.
Ben accolta anche dai guidatori più sportivi, la Smart Fortwo a guida elettrica batte i vicini “concorrenti” alla partenza con semaforo verde, in totale relax, senza fumo né rumore di gomme e frizione.
Qualcuno potrebbe storcere il naso davanti a un piccolo neo ergonomico: un volante non regolabile in profondità e pedali che non agevolano le articolazioni.
Con una velocità massima di 125 chilometri l’ora, la Smart Fortwo elettrica ha un unico aspetto importante di cui tener conto: l’autonomia temporale, come del resto accade per tutte le auto elettriche.
La carica di una batteria completamente scarica richiede 7 ore con l’uso di una presa standard, 6 ore da una stazione di ricarica, un’ora da una stazione di ricarica rapida, che però nel nostro paese non è ancora disponibile.
Come qualsiasi altra macchina elettrica, sarà dunque necessario avere una presa di elettricità disponibile e tener d’occhio il tempo.
A tal proposito, i navigatori satellitari di ultima generazione indicano i posti dove è possibile eseguire rifornimento di energia. Inoltre, gli smartphone più sofisticati, se collegati all’apposito attacco, sono in grado di indicare il tempo residuo.
L’idea di doversi rifornire, e del tempo che trascorre, può sembrare una limitazione all’entusiasmo dei grandi viaggiatori, ma non lo è per nulla se si considerano i numerosi vantaggi: eco-sostenibilità, costi ridotti, silenziosità, dimensioni (solo 269 cm di lunghezza e 156 cm di larghezza) ideali per le nostre città congestionate, dove i parcheggi sono impossibili a qualunque ora del giorno e della notte. La scelta di questa city-car coinvolge un mercato molto esigente e sempre più ampio.
Gli accessori di serie forniti all’acquisto sono: ruote in lega; climatizzatore; ABS; air bag; air bag passeggero; air bag laterali; servosterzo; radio; cambio automatico; controllo stabilità; controllo trazione; cruise control; tetto panoramico.

Smart-ForTwo-Electric-Drive[1]