Entrata nel cuore di tutti gli appassionati di automobili, la Lancia Delta è una berlina due volumi prodotta per la prima volta nel 1979 e proposta, da allora, in tre serie, l’ultima di cui è datata 2008. ed è ancora in produzione. Si tratta, altresì, di uno dei modelli più venduti in assoluto di casa Lancia. Da Reggio Emilia arriva l’idea per quella che potrebbe essere, a breve, la nuova versione della famosissima Lancia Delta, ovvero la Lancia Delta Concept. Dopo la presentazione della prima concept, avvenuta nel 2006 e che preannunciava il modello di terza serie, il giovanissimo designer di Reggio Emilia, Angelo Granata, ha presentato al mondo quello che è il suo modo di vedere la nuova versione di questo modello, mito dell’automobilismo non solo italiano ma mondiale.
Osservando la ricostruzione di questa Lancia Delta Concept non si può far altro che rimanere senza parole. Quattro sono gli aggettivi che possono definirla a primo impatto: squadrata, spigolosa, dinamica e leggera. Il modello, infatti, abbandona le linee piuttosto morbide che hanno accompagnato il modello precedente, e si rifà alla primissima versione, da cui eredita il muso, completamente a spigoli vivi, dalla forma squadrata e per nulla rotondeggiante. Aspetto, questo, che conferisce ancor più sportività ed aggressività ad una vettura che “parla da sola” e, davvero, non richiede presentazione alcuna.
Il magazine online “Autoblog” , indica tutte le specifiche tecniche di questo vero e proprio gioiellino della meccanica. Lunga 4,270, larga 1,850, alta 1,380 e con un passo di 2,630 metri, la Lancia Delta Concept è dotata di un motore di tipo sovralimentato 1750 TBi (Turbo Benzina ad Iniezione Diretta), con trazione integrale, capace di raggiungere una velocità massima pari a 242 km/h e di scattare da 1 a 100 km/h in poco più di 6 secondi, grazie alla potenza dei suoi 235 cv con 5500 giri al minuto. Il cambio prevede un totale di 6 rapporti. Prestazioni, quindi, di massimo rispetto, come è d’obbligo in casa Lancia, dati i precedenti successi di questo modello in particolare, specialmente nel mondo del rally.
Ossevando la vettura, risulta di forte impatto il fanale che si presenta davvero molto generoso nelle dimensioni e tende a richiamare quello di un’altra amatissima, ovvero la mitica S4. Sulla calandra anteriore spicca immediatamente all’occhio la famigerata “T”, simbolo incontrastato in casa Lancia, così come i 4 fanali frontali che segnano un altro ritorno al primissimo modello, con la presenza di due fanali a destra e due a sinistra. Richiamo al passato, quindi, unito alla tecnologia moderna delle luci a Led. Medesima tecnologia contraddistingue anche i gruppi ottici posti sul posteriore, che richiamano anch’essi il passato ma “si illuminano” con la tecnologia odierna. Come avviene per la parte anteriore, anche quella posteriore sembra, rispetto alle dimensioni della vettura, molto larga.
L’assetto della Lancia Delta Concept è ribassato, tipica di un’auto sportiva e richiama, a tratti, le caratteristiche estetiche di una vera e propria coupè, con l’aggiunta di una maggiore comodità data dalla presenza di cinque porte.
Qualora la vettura, non si sa ancora bene quando, entrasse in commercio in qualità di “quarta serie” di questo mitico modello, il prezzo base da pagare per averla si aggirerà, presumibilmente, attorno ai 32 mila euro.