L’Audi, in occasione del ventennale dall’immissione sul mercato della RS 2, prima automobile con carrozzeria station wagon e prestazioni da supersportiva, ha deciso di lanciare il successore della storica vettura, la RS 4 Avant Nogaro. La RS 2 fu sviluppata con la collaborazione della Porsche e univa la comodità e la spaziosità di un’Audi con le elevate prestazioni di una Porsche.
L’impatto visivo della RS 4 Avant Nogaro è immediato, grazie all’accesa colorazione blu perlato Nogaro che contraddistingueva anche la RS 2, con specchietti in tinta ed elementi in nero lucido. Il frontale prevede la presenza di due grandi prese d’aria, mentre la parte laterale viene messa in risalto dai cerchi in lega da ben 20 pollici (i quali calzano pneumatici da 265/30 sia all’anteriore che al posteriore), resi ancora più evidenti dai passaruota allargati e dalle pinze dei freni verniciate di un acceso rosso. Il retrotreno si fa notare grazie al doppio terminale di scarico verniciato in nero lucido.
L’abitacolo richiama fortemente gli esterni, mantenendo la stessa aggressiva colorazione blu accompagnata dal nero. I sedili sono realizzati in pelle nera Valcone e in Alcantara blu, così come i pannelli delle portiere e i poggiatesta. È inoltre disponibile un’opzione che prevede i sedili esclusivamente di colore nero con cuciture blu, proprio per omaggiare gli interni della RS 2. Il volante, l’ampio bracciolo centrale, il pomello e la cuffia del cambio sono rivestiti in pelle nera con cuciture blu in contrasto. La sportività dell’abitacolo è completata dai numerosi inserti in fibra di carbonio e da alcune targhe celebrative.
Per quanto riguarda la meccanica, non sono state apportate modifiche rispetto alla RS 4. La Avant Nogaro monta infatti il rombante 4.2 litri V8 aspirato con iniezione diretta, con una potenza di 450 cavalli e una coppia di 430 Nm. L’accelerazione da 0 a 100 km/h richiede 4.7 secondi e la velocità di punta, limitata elettronicamente, è di 280 km/h. La trazione è integrale, con ripartizione della coppia tarata al 40% all’anteriore e al 60% al posteriore, ma regolabile in maniera autonoma. Il cambio è il robotizzato a doppia frizione S-tronic, con 7 marce disponibili. I freni sono composti da dischi forati e autoventilati. Nonostante i numerosi cavalli a disposizione, il consumo medio dichiarato dall’Audi risulta di quasi 10 km con un litro di benzina.
Le prestazioni dell’Audi RS 4 Avant Nogaro sono decisamente superiori a quelle della RS 2 che, grazie ai 315 cavalli a disposizione e una coppia di 410 Nm, toccava i 262 km/h e raggiungeva i 100 km/h con partenza da fermo in 5.4 secondi, risultati comunque straordinari per l’epoca in cui la vettura tedesca fu commercializzata. In comune con la RS 4 la trazione integrale quattro, mentre il cambio dell’Audi RS 2 era manuale con 6 marce a disposizione.
L’uscita dell’Audi RS 4 Avant Nogar rappresenta sicuramente un suggestivo ricordo per gli amanti e i possessori della RS 2, i quali apprezzeranno la coerenza delle linee e della colorazione e il significativo aumento delle prestazioni. Solo in pochi, però, potranno permettersela: il prezzo di listino è infatti di 87.300 Euro.

img_224886621015557.jpeg