La Aston Martin V8 Vantage N430 è una delle novità più attese – per altro in anteprima mondiale – del prossimo Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra (6-16 marzo 2014). La casa di Gaydon presenterà la nuova V8 Vantage nelle versioni coupé e roadster, permettendo di toccare con mano le finiture e le caratteristiche tecniche incorporate nell’ultima versione.

È sulle fattezze della Aston Martin V8 Vantage S che si poggia l’inedita super sportiva a tre porte, pensata per una clientela che apprezza prima ancora delle prestazioni (comunque eccezionali), la classe e il design ostentato di questa vettura. Dopo centinai di ore di prove e test su diversi tracciati e circuiti, compreso quello di Nordschleife nel complesso del Nürburgring (sede di uno dei centri prove della stessa Aston Martin), è stato possibile perfezionare sospensioni ed assetto, già performanti nel modello precedente.
Innovazioni rilevanti riguardano pure il peso e la potenza del motore: venti chili in meno rispetto sempre alla Vantage S e qualche cavallo in più per il motore (436 cavalli a 7.300 giri), per consentire migliori prestazioni. Per arrivare a ciò gli ingegneri della Aston Martin hanno dovuto modificare in parte l’impianto di scarico, aggiornare la centralina e adattare un nuovo sistema di lubrificazione (con il carter secco).
Quella che sarà presentata al Salone di Ginevra è una versione che in qualche modo richiama pure la Vantage GT4, evoluzione a sua volta della V8 Vantage N4, pensata per le competizioni sui circuiti FIA. L’accelerazione da 0 a 60 miglia orarie (equivalenti a circa 96 km) che si raggiunge in 4,6 secondi, mentre la velocità massima che supera i 300 km orari, fanno di questa vettura una fuoriclasse anche (e soprattutto) fuori dalla pista. A seconda delle aspettative poi è possibile scegliere tra il cambio manuale a sei marce e quello automatico “Sportshift II” a sette marce.
Ma ciò che colpisce di più è la ricercatezza dei materiali e le scelte sulle linee della vettura, che hanno influito sulla massa e l’aerodinamica. I chili in meno sul peso complessivo sono stati ottenuti proprio grazie alle fibre sintetiche utilizzate, dalla grande resistenza e molto più leggere dei comuni composti, come la fibra di carbonio (usata in particolare per la leva del cambio) e il Kevlar, con cui sono fatti i sedili di tipo sportivo; inoltre pure i cerchi in lega leggera a dieci razze incidono sul peso.
Il design offre pure ottime suggestioni, poiché richiama tanto i modelli sportivi tradizionalmente legati al marchio della casa automobilistica britannica, quanto le fuori serie come la CC100 Speedster Concept, biposto da corsa, creata in edizione limitata per celebrare i 100 anni di vita della Aston Martin: caratteristici sono infatti alcuni elementi della carrozzeria in giallo, come i montanti, gli specchi retrovisori esterni, il bordo della calandra (mentre la calandra stessa è lasciata nera) e lo scivolo posteriore nella sola zona inferiore.
La super sportiva della Aston Martin pronta per il debutto ufficiale che avverrà fra poche settimane sarà in vendita al pubblico a partire da settembre, con un prezzo al momento fissato su 89.995 sterline (al cambio attuale poco meno di 110.000 euro).

astonvantage