La Mille Miglia è una storica gara automobilistica percorsa su lunga distanza e su strade aperte alla normale circolazione dei mezzi. Se dal 1927 al 1957 la Mille Miglia era una vera e propria corsa, dal 1977 in poi, anno in cui è tornata in scena dopo una pausa di venti anni, la rassegna si è trasformata in una gara di regolarità, in cui sono ammesse a partecipare soltanto le vetture iscritte alla competizione fino al 1957. Il percorso da compiere prevede la partenza da Brescia e l’arrivo a Roma, per poi fare ritorno nella città lombarda, traguardo della corsa.
Tra i partecipanti alla Mille Miglia edizione 2014, vi era anche Autoblog, popolare magazine di automobili, a bordo della storica Alfa Romeo 6C 1750 GS Zagato, a cui è stato assegnato il numero 66, in gara nel 1930 e identico modello a quello che nel 1929 e nel 1930 portò i piloti Giuseppe Campari e Tazio Nuvolari a vincere la competizione. La vettura sviluppa 102 cavalli e pesa soltanto 840 chilogrammi, fattore che la porta a ottenere prestazione di ottimo livello, toccando una velocità di punta di 170 chilometri orari.
Il pilota che ha condotto la storica Alfa Romeo a Roma è stato Mirco Magni, mentre il copilota scelto da Autoblog per affrontare la storica gara di regolarità, è stato Alessandro Gamberini, molto conosciuto nell’ambito delle vetture d’epoca. L’obiettivo di Autoblog era quello di concludere la gara sul podio. Obiettivo raggiunto, grazie all’ottimo secondo posto ottenuto dalla coppia Magni e Gamberini, risultato d’eccellenza, considerando l’elevato numero di automobili storiche partite dalla città di Brescia, ben 435. I luoghi toccati in quest’emozionante avventura dai piloti di Autoblog sono stati Padova, L’Aquila, Rimini, San Marino, Ancona e Ascoli, prima di giungere nella città eterna, all’interno della splendida cornice di Castel Sant’Angelo, dove ogni anno viene allestito il palco per la passerella e poi il consueto passaggio presso il Colosseo. Dopo la partenza da Roma e giunti a Bologna, i due piloti di Autoblog avevano una posizione in classifica di ottimo livello, il quinto posto. Per raggiungere l’obiettivo prefissato era però necessario rimontare almeno due posizioni. E così è stato. A Brescia, infatti, Mirko Magni e Alessandro Gamberini si sono piazzati al secondo posto, non aggiudicandosi la vittoria soltanto per un miglior coefficiente assegnato alla vettura vincitrice , la Lancia Lambda, superiore di 0.15 punti rispetto all’Alfa Romeo 6C 1750 GS Zagato condotta dalla coppia di Autoblog. Le penalità dei due piloti sono state le più basse in assoluto, appena 302. Il rammarico di una vittoria sfumata per poco non ha però tolto il sorriso ad Autoblog e ai due piloti, pienamente soddisfatti del secondo posto nella gara che Enzo Ferrari definiva come la corsa automobilistica più bella del mondo, la Mille Miglia

1000-miglia-2014-alfa-romeo-6c